DIY - Balsamo struccante al gelsomino

DESIGN
BLOG
Vai ai contenuti

DIY - Balsamo struccante al gelsomino

Rituale Naturale
Pubblicato da Cosmo in Cosmetici · 16 Novembre 2021
Tags: DIYfaidateDetergentiStruccantiViso
Più morbido e delicato dei burri struccanti, il balsamo struccante non ha nulla da invidiare loro.

Mi piace usarlo anche solo per togliere del semplice fondotinta minerale e la sua texture è a metà tra un olio struccante e un burro. Permette quindi di prelevarlo senza colare dalle mani e lo si può mettere anche sui dischetti struccanti in stoffa.

Come per i burri, passa dallo stato denso a liquido a contatto della pelle, fondendosi perfettamente in ogni parte del viso da struccare e, per affinità, pulisce ogni tipo di trucco, anche il più ostinato, lasciando la pelle morbida e nutrita grazie agli oli e i burri impiegati. Inoltre, si sciacqua perfettamente senza lasciare tracce di unto.

La sua caratteristica morbida, fa in modo che sia un cosmetico non solo da barattolo, ma anche da flacone in tubo in modo tale da prelevarlo senza sporcare altro, visto che nei barattoli non bisognerebbe metterci le dita, ma usare le apposite spatoline!

Balsamo struccante al gelsomino

Fase unica


Anche qui come nei burri struccanti al gelsomino con o senza tensioattivo, si fanno sciogliere tutti gli oli, gli emulsionanti e i fattori di consistenza. Fuori dal fuoco, dopo qualche minuto che si raffreddi un minimo, si aggiunge la vitamina E acetata, anche se non soffre particolarmente il calore come invece il tocoferolo.

Per poterlo mettere nei flaconi ho sciolto il tutto in un becher e poi ho travasato il composto fuso.

Volendo si possono colorare con una puntina di mica, o con i coloranti liposolubili per dolci (una o due gocce non di più). Io ho usato la mica Baby Pink e la mica Blu Blub di Mineraliberi.

Il risultato è un balsamo molto morbido, ma altrettanto efficace. Anche questo si preleva normalmente con una palettina cosmetica dal vasetto e lo si fa sciogliere tra le mani asciutte, strofinandole.  Oppure si spreme il falcone e si può mettere anche direttamente sul dischetto struccante in stoffa.

Si trasformerà quindi in olio da stende sul viso, insistendo sulle zone maggiormente truccate e si rimuove con i pratici dischetti struccanti in stoffa inumiditi.

Bagnando il dischetto o le mani, si noterà che il burro, a contatto con l’acqua, diventerà lattiginoso, grazie agli emulsionanti usati.

Non è il caso di usare un altro detergente dopo essersi sciacquati, perché la pelle rimane detersa e non unta, lasciandola nutrita.
Fonti di questo articolo:


Powered by ONE.COM

Creato da Cosmo con WebSiteX5evo
Torna ai contenuti